La grande differenza fra il mercato giapponese e quello estero

PR Consulting Firm MBC

Molte compagnie estere sono sorprese di constatare il grande gap esistente fra i mass media delle loro proprie nazioni e quelli esistenti in Giappone. C’è chi dice che “il Giappone è una nazione socialista che si è messa una maschera democratica sul volto”. Vi è qualcosa che possiamo chiamare stampa libera, che riporta liberamente quello che si dice e si sente in giro, e poi vi è qualcosa che chiamiamo “Press Club” che sembra operare come un cartello che ha un sistema con un limitato uso della libertà di espressione, e che è invisibile rispetto alle maggiori compagnie di inserzioni pubblicitarie. Questo cartello opera segretamente e questo è in contrasto con i mass media stranieri che dicono “fino a che c’è un comunicato stampa, vi sono una storia da raccontare e una pubblicità da passare in tv”. Aggiungete a questo che la cultura giapponese tende ad essere conservativa e normalmente non fa affari con culture e persone che non conosce bene. Il risultato di ciò è che le compagnie straniere spesso non capiscono i media giapponesi quando dicono “possiamo fare un report di quacosa che è nuovo, ma che non sia troppo nuovo” oppure “se gli altri media non lo stanno coprendo, allora neanche noi lo faremo”. Una compagnia di PR come la nostra, che protegge il vecchio mentre promuove il nuovo, evita di trovarsi in questi pasticci, in quanto ha relazioni interpersonali dirette con giornalisti e reporters e sa come far valere le ragioni del proprio cliente.


Per di più, i giapponesi hanno un sistema di valori molto peculiare che porta gli stranieri a sentirsi alienati. Una delle manifestazioni di questo problema è rappresentato dalla parola “Gaijin” che significa appunto “quelli di fuori”. Questo sistema di valori è dovuto al fatto che il Giappone è un’isola che non ha una grande esperienza nell’interagire con persone di paesi stranieri. Questo porta al fatto che quando i Mass Media giapponesi si trovano a dover scegliere tra una compagnia di PR giapponese ed una straniera dello stesso livello e valore, va a finire che viene scelta e viene data priorità a quella giapponese, che non riuscirà però mai ad andare al di là dei meri confini domestici. Per questo se la Vostra compagnia decidesse di entrare in questi scenari difficili da interpretare avrebbe bisogno della nostra esperta guida nel trattare con i Mass Media giapponesi.



Entrare nel mercato giapponese e mantenere ciò che vi siete conquistati

Così come nelle altre nazioni asiatiche, l’interesse del consumatore medio nella pubblicità è in declino. Il fallimento dei progetti di promozione sta avvenendo su larga scala perchè la credibilità della pubblicità varia enormemente in accordo al budget: se il prodotto ha un grande budget, entra alla grande accompagnato da grande eccitazione. La situazione è la stessa sia che il prodotto sia nazionale che estero, e di anno in anno la situazione che accompagna le attività di PR e pubblicità mirata vedono un incremento esponenziale dei soldi che girano (al contrario della pubblicità non mirata). In aggiunta a ciò, vi sono molte imprese che posseggono quote di mercato azionistico interno, e fanno dei giochi non immediatamente comprensibili, quindi avere successo dopo che un prodotto viene lanciato alla grande risulta difficile, perchè è arduo mantenere una posizione di mercato per lungo tempo. Vi sono dei meccanismi che portano a sottovalutare e a perdere quote di mercato, che sarà possibile recuperare soltanto affidandosi a una strategia di PR di successo.


La chiave per raggiungere il successo nel mercato giapponese e per mantenerlo risiede nel successo della strategia adottata per le PR. Le scuole di pensiero utili a dare forma ad una immagine di successo sono simili in tutte il mondo, ma quelle che si rivelano essere un fattore chiave nel processo di definizione della propria immagine hanno a che fare con il modo in cui la propria azienda si relaziona con i media giapponesi. È di fondamentale importanza il modo in cui una compagnia inizia il processo di marketing, ma diventa anche importante capire come introdurre o riattivare la propria immagine, e soprattutto come aggirare la barriera rappresentata dai media giapponesi.


Anche se le altre pagine di questo sito non possono darvi aiuto nel comprendere esattamente come orientarvi nelle varie circostanze nelle quali opererete con i media nipponici, basta che sappiate che una volta finiti in situazioni turbolente, e avrete perso il vostro intero budget cercando di recuperare il tempo e l’immagine perduta, a quel punto non vi resta che o uscire dal mercato o affidarvi ad una esperta società di PR. Per questo Vi consigliamo già a priori, di affidarVi ad una impresa che a un impatto di larga scala su i mass-media giapponesi, una compagnia come la nostra capace, fin da subito di darVi il migliore orientamento, e la garanzia di successo per i Vostri progetti più ambiziosi.


Vi è un detto giapponese che recita “ciò che è comune in Giappone diventa straordinario nel resto del mondo”, se ribaltato essa suonerebbe come “ciò che è comune nel resto del mondo, diventa straordinario in Giappone”! Non vi è dubbio che stiamo parlando di un processo molto difficile, ma bisogna anche non dimenticare che il mercato giapponese è per infinite ragioni molto attrattivo: riuscirvi ad entrare è quindi importante. Media Bridge Consulting Ltd è qui per aiutarvi a farlo!